mercoledì 16 aprile 2014

La shakespeariana penna di Briciolanellatte

Gentilezza d’animo mista a sorprendente determinazione maschile: questa è la penna del "quasi" “sheakpeariano” blogger Briciolanellatte.
Una scrittura che fa del suo blog un mondo parallelo, una stanza di racconti, di personaggi sempre diversi, capitati nel posto giusto al momento giusto.
Perché le storie del suo blog, come lui stesso racconta “trattano principalmente della vita di provincia: di quello che accade nei paesini dove l’esistenza sembra essere più semplice (per quanto i problemi ci siano anche lì) e più vicina e attenta ai valori umani e sociali. I paesi in questione sono quelli della Valle d’Argea e quindi Poggiobrusco, Lughi, Pievàni, Bigialli, Collefili… e altri”.
Leggendo di lui non capisci se c'è un uomo capace di sorprenderti allo stesso modo; sheakespeariano, dunque, per questo motivo, per la sua completezza e generosità di stile.

"Una delle spiegazioni che mi sono dato per questa sorte di apparente enigmaticità legata al mio stile (che peraltro nessuno rileva quando tratto materiale scientifico) è forse quella di essere io in ascolto in fase creativa anche della mia ‘parte femminile ‘, quella che ogni uomo ha pur se non lo vuole ammettere. Se così fosse, sarebbe pur sempre un riconoscimento per questa mia ricerca continua del mio mondo interiore, anche se ciò non deve autorizzare il lettore a ritenere che io sia una donna, perché sarebbe pur sempre il frutto di una lettura superficiale del mio lavoro.
Non credo poi sia possibile essere empatici con il lettore. Anche se chi mi legge è per lo più di sesso femminile (ed è questo un altro effetto della mia scrittura che meriterebbe un’indagine a parte) la mia attenzione è rivolta a chi mi legge in quanto tale, come soggetto cioè che costruisce le mie storie nella sua testa; il mio obbiettivo è quello di essere efficace, godibile, di effetto, in modo da lasciare un mutamento emozionale a blog chiuso più che consegnare intellettualmente ciò che il lettore stesso si aspetta”.


Briciolanellatte è come il fiore del Piccolo Principe che “sceglieva con cura i suoi colori, si vestiva lentamente e aggiustava i suoi petali a uno a uno”.




Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...